UN ANNO FA NASCEVA IL BLOG “IN TE MI RIFUGIO”

scrivere-errori-blog-rete-macchina-da-scrivere-refusi-non-si-dice-piacere50.000 utenti hanno visitato, in questo primo anno, questo blog e 80.000 volte le pagine sono state visitate. Perché l’ho aperto? Perché mi piace tanto scrivere….perché persone amiche me lo hanno caldamente consigliato…perché mi piace tanto riflettere sulla vita e su Dio. 

 

bambina-che-leggeQuando ero piccola (avrò avuto circa dieci anni), il sabato e la domenica andavo a dare una mano alla mia mamma, nel suo negozio, solo per poter avere i soldi per acquistare un libro a settimana.

L’amore per la lettura ce l’ho ancora oggi. Se poteste vedere la mia casa, la vedreste piena di libri. Ne leggo due o tre contemporaneamente. Li appoggio sul comodino in camera, accanto al pc dove lavoro, sul mobiletto in bagno, sopra le sedie che trovo nel mio cammino… credo che prima o poi mi cacceranno da casa.

libri-per-bambiniQuando sono in auto la domanda che faccio a mio marito è: “Sto leggendo un libro bellissimo. Vuoi che te lo racconto?”. La maggior parte delle volte lui tenta di opporsi con un “Ma anche no! Leggilo te che io mi fido sul fatto che sia bello”. Ma io continuo imperterrita, raccontando l’episodio più accattivante del libro e quando sto per arrivare al fatidico finale, mi fermo improvvisamente e dico: “Ma hai ragione. Non voglio annoiarti col mio libro!” Tanto oramai lo so che ho solleticato la sua curiosità. Lo ammetto: sono diabolica. E così la frase di mio marito: Oramai finisci di raccontarmi” non mi stupisce proprio mai.  Continua a leggere UN ANNO FA NASCEVA IL BLOG “IN TE MI RIFUGIO”

Quello che leggete in questo Blog, è tutto vero!

rettoria-san-filippo2 E’ il nove luglio 2014 ed io sono nella chiesetta di San Filippo della mia città. Sono le 22.30 ed è appena finita una messa per ricordare Cristiano, un ragazzo scomparso un po’ di anni fa. Proprio per questo la chiesa è piena di gente.

Io sono seduta da una parte, presa dai miei pensieri quando, ad un tratto, una signora di mezza età si avvicina e mi dice: Cristina, io bisogna che te lo chiedo. Ma quelle lettere che ti scrivono i ragazzi e che tu riporti nel tuo blog…insomma…sono davvero scritte dai ragazzi? Perché io…ti dico la verità…ad un certo punto ho pensato che te le scrivessi da sola. Scusami, eh!”

d1678c8e6b_4102390_medIo la guardo e non so se apprezzare tanta sfacciata sincerità o se rispondere per le rime a tanta malafede.

Posizione yoga

La guardo sorridente (e vi assicuro che ho messo in atto tutto il mio autocontrollo per non usare il sarcasmo, come meccanismo di difesa all’allarme rosso che scatta quando ci sentiamo attaccati ingiustamente) e le chiedo: “Guardi, già che c’è, mi dia un consiglio.” Continua a leggere Quello che leggete in questo Blog, è tutto vero!