NELLA NOTTE, NUTRIMI DI TE! 

Penso tanto la sera.
Quando il silenzio arriva
rammento con la pancia
le emozioni del giorno.

Avrei voluto fare così
e invece ho fatto cosà.

Mi ero tanto preoccupata
e invece tutto è andato bene.

Sembrava una giornata come tante
ma una tegola inaspettata mi ha colpita.

Quanta vita c’è in una vita!!
Quanti intrecci formano gli attimi. Continua a leggere NELLA NOTTE, NUTRIMI DI TE! 

Mani che si toccano, tra Cielo e terra

“Ciao Maria Cristina, torno spesso a “passeggiare” sul tuo blog; trovo sempre anche tra i vecchi post delle perle che la volta precedente mi erano sfuggite…

Sono nella categoria “Comunione dei santi”, e mi viene in mente di raccontarti una cosa.

I nostri santi ce li scegliamo? O sono loro a scegliere noi?

Agli inizi della mia “carriera” di cristiana confesso di aver scelto i santi a cui rivolgermi sulla base delle mie necessità materiali: san Giuseppe per lavoro, economia & co., Santa Rita perchè a quanto pare riesce dove altri falliscono, San Giuda Taddeo perchè risolve presto e bene etc.etc.

Nel corso degli anni però è successo in un paio di casi il contrario: alcuni santi, sconosciuti o ignorati almeno da me, sono venuti a bussare al mio cuore, volevano fare amicizia con me.

Volevano farsi conoscere e starmi vicino…

Il primo è stato il beato Ermanno di Reichenau, sconosciutissimo benedettino dell’anno 1000. persona straordinaria sotto tutti i punti di vista (spirituale ed intellettuale), autore del Salve Regina. Proprio mentre recitavo la Novena alla Madonna di Pompei mi nasce un’onda di amore per questa particolare preghiera, voglio saperne di più, la imparo in latino, voglio sapere chi l’ha scritta, e così incontro “lui”, giovane benedettino geniale e storpio (SLA dicono i suoi biografi), che mi avvolge e mi fa sentire la sua dolcezza e la sua amabilità. Diventa uno dei miei più cari amici, poco importa che sia morto oltre 1000 anni fa e che non abbia idea del suo aspetto …

Proprio mentre scrivo penso a lui e mi assale la commozione, ho quasi le lacrime agli occhi, non vedo l’ora (non appena ne avrò la possibilità) di andare in Germania a visitare il monastero in cui è vissuto.

Stessa cosa con un santo ben più importante: S. Ambrogio, patrono della città in cui vivo (Milano).

Figura importantissima nella storia della chiesa e della città, in 20 anni non gli avevo prestato particolare attenzione. Improvvisamente mi chiama, sento una spinta dentro, trascorro un pomeriggio a S. Ambrogio davanti alla teca che custodisce i suoi resti, gli parlo, imparo a conoscerlo.

Il suo pensiero, ma anche la sua umanità, la sua amicizia con S. Agostino. Mi fa sorridere il fatto che, a distanza di millenni, questi due amici si ritrovino oggi “vicini di fermata” sulla linea 2 della metropolitana. Chissà come ridono lassù!

Mi lascia un messaggio preciso: quando ci si trasferisce, andare sempre a conoscere, a salutare il S. patrono della nuova città nel luogo di culto che egli è dedicato.

Con altri santi invece, che pure ho pregato e “sconcichiato” a lungo, non è nata alcuna relazione.

Ti chiedo cosa significhi questo, se ti è mai capitato e perchè alcuni santi ci cercano e che senso abbiano queste relazioni.

Dio ti benedica!”

 

Carissima **********, a volte mi faccio mille domande.

Perché mi sono così fissata con san Francesco, al punto che Assisi è la mia seconda patria e se non ci vado almeno una volta al mese mi sento bisognosa nel profondo?

Perché vado sempre più spesso al cimitero, al punto che parlo con tutti che lì sono, e sento nostalgia se manco da troppi giorni?

Perché leggo sempre più storie di incontri tra l’al di qua e l’aldilà, al punto che sono sempre più affascinata dal misterioso invisibile che ci è vicino in ogni dove?

Perché sono attratta dalla vita dei santi?

Sono solo autosuggestioni o spinte divine?

Sono solo curiosità storiche o appuntamenti col Cielo? Continua a leggere Mani che si toccano, tra Cielo e terra

NON SO COME E NON SO PERCHÉ, MA TI AMO

Quante volte ho pensato di essere stata derubata da Te.
Per poi scoprire che, per me, avevi in serbo il centuplo.????????
Quante volte mi sono sentita persa nel deserto.
Per poi sorprendermi in sentieri fioriti e inaspettati.????????
Quante volte, nella tempesta, ho urlato: “E’ la fine”.
Per poi sentire la tua mano raggiungermi tra le onde.????????

Continua a leggere NON SO COME E NON SO PERCHÉ, MA TI AMO

CON IL TUO SGUARDO, LIBERA IL PERDONO INTORNO A NOI!

Gesù, guardami!
Fammi entrare nelle tue pupille.
Regalami il tuo sguardo.
Metti via le pietre,
che io da sola non ce la faccio ❤ !

Io soccombo sotto i giudizi di pietra.
A volte sono io stessa, nel mio intimo, a darli.
Non vorrei, ma emergono da regioni interiori e misteriose.
E mi ritrovo a giudicare con la pietra in mano:
me stessa,
gli altri
e perfino Te.
Sono lampi di istinto ed ego.
Toglimi le pietre di mano,
guardami fisso negli occhi
e riempimi di voglia di perdono.

Continua a leggere CON IL TUO SGUARDO, LIBERA IL PERDONO INTORNO A NOI!

MERCOLEDI 25 MARZO 2022: MARIA, PROTEGGICI DA NOI STESSI

Avanza barcollando.
Ha lo sguardo concentrato, serio, preoccupato.
Sembra portare il peso del mondo sulle spalle.
Ha chiamato il suo esercito a raccolta e l’esercito silenzioso è arrivato.
I suoi soldati sono dappertutto.
Li puoi trovare inginocchiati e in preghiera all’interno di una casa o li puoi raggiungere in un silenzioso monastero dimenticato dai più.
Sono soldati che gettano semi di giustizia in campi mai arati e fanno circolare speranza in anime mai accarezzate.
E’ un esercito silenzioso che sta scaldando l’universo con la preghiera degli umili e con la fede dei peccatori.
Tutti quelli che non contano si sono radunati in questo strambo esercito che combatte con le mani giunte e le gambe in ginocchio.
Da tante parti del mondo i guerrieri della Luce stanno invocando la Sua Forza, affinché l’umanità ricominci ad amare la vita più della morte.
“Ci siamo ammalati di avidità, ci siamo rinchiusi in interessi nazionalisti, ci siamo lasciati inaridire dall’indifferenza e paralizzare dall’egoismo. Abbiamo preferito ignorare Dio, convivere con le nostre falsità, alimentare l’aggressività, sopprimere vite e accumulare armi, dimenticandoci che siamo custodi del nostro prossimo e della stessa casa comune”????
Caino è ancora tra noi, disposto ad ammazzare Abele per invidia ed ego fuori controllo.
Dobbiamo pregare per Caino e per Abele.
C’è un esercito silenzioso che si sta inginocchiando per tutti e due.
Perchè Caino e Abele sono in tutti noi.
“Nella miseria del peccato, nelle nostre fatiche e fragilità, nel mistero d’iniquità del male e della guerra, tu, Madre santa, ci ricordi che Dio non ci abbandona, ma continua a guardarci con amore, desideroso di perdonarci e rialzarci.”????
E’ un malandato esercito composto di figli addolorati che pronunciano preghiere appassionate.
Ci sono anche bambini che pregano con i sorrisi, anziani che pregano con il cuore e giovani che pregano con la voglia di futuro. Ci sono i folli che sognano la pace e i buoni che invocano sapienza.
In lontananza stanno arrivando anche coloro che sono convinti di non saper pregare.
Sono i tuoi figli amatissimi che non sono mai certi di esserlo.

Continua a leggere MERCOLEDI 25 MARZO 2022: MARIA, PROTEGGICI DA NOI STESSI

Io sarò la fiammella piccola

Siamo piccole fiammelle.
Niente di più.
Eppure non esiste una notte così potente
da non essere vinta da una piccola fiammella.
La piccola luce arriva e la grande oscurità scappa.
Mio Signore, io sarò sempre la fiammella piccola.
Tu non lasciarmi mai.
Insieme illumineremo ❤

Continua a leggere Io sarò la fiammella piccola

DOVE SEI? SONO QUI!

“Dove sei Signore, quando io mi sento sola ed anche un po’ sul disperato andante?”❤️
“Sono qui”????
“Dove sei quando Ti cerco e vorrei avere dei consigli da Te su scelte importanti da fare e non so che pesci pigliare?”❤️
“Sono qui e ti ascolto”????
“Dove sei quando mi sembra di non amare nessuno, ad iniziare da me stessa?”❤️
“Sono qui e ti amo”????
“Dove sei quando vorrei affrontare il mondo tosta e gagliarda ed invece mi ritrovo debole come fanghiglia?”❤️
“Sono qui e ti sorreggo”????
“Dove sei quando torno dalla mia pesca con le reti vuote e con il senso della sconfitta addosso?”❤️
“Ti preparo di nuovo le reti”????

Continua a leggere DOVE SEI? SONO QUI!

UN MINUTO ANCORA, IO CERCO!

Spolverare non mi è mai piaciuto, Signore.
Mi sembra che più sposto la polvere e più lei si deposita da qualche altra parte di me.
La sposto dalla testa e lei si butta nel cuore.
La tolgo dal cuore e lei appiccica al mio corpo.
C’è sempre una parte oscura di me che reclama la mia debolezza.
E mi dice: “Lo vedi? Per quanto tenti di ripulirti, non ce la farai mai. Non sei in grado. Non sei degna”.
E mentre io cerco, palmo a palmo, il tocco del tuo perdono, la polvere mi chiude le palpebre.

Continua a leggere UN MINUTO ANCORA, IO CERCO!

Signore dove sei?

Signore, dove sei?
Dove trovare la tua mano che benedice?
Dove cercare uomini di pace?
Dove andare per assumere speranza?
Tutti urlano. Tutti decidono. Tutti minacciano.
La torre di Babele è ancora qui.
Nessuno sembra saper ascoltare.
E tutto il giorno le minacce ci inseguono.
Eppure vedo che Tu ci consegni ogni alba.
E vedo anche il mandorlo fiorire.
E la primavera si sta infiltrando in ogni fessura.
Continua, Signore, a mandarmi segni di Cielo.

Continua a leggere Signore dove sei?

Ti proteggerò

Ti proteggerò dalle mie paure,
piccolo pezzo di Dio che sei in me.❤
Ti proteggerò dagli assalti della sfiducia
e dalle tentazioni dell’egoismo,
piccolo pezzo di Dio che sei in me.❤
Ti proteggerò nelle mie notti insonni,
nelle giornate piene di impegni,
e nelle ansie che non se ne vanno,
piccolo pezzo di Dio che sei in me.❤

Continua a leggere Ti proteggerò