La fortuna non esiste…Dio sì!

Locandina.jpegTutta la mia scuola è stata tappezzata, dai miei studenti, con le locandine di questo incontro. Non è che siano santi od asceti; è che quando mi chiamano a presentare un evento cittadino esterno alla scuola, li coinvolgo facendo l’annuncio pubblico: ”Chi vuole, può darmi una mano e partecipare!!!” Devo dire che da sola non mi ci sono mai ritrovata (anzi!) ed ogni volta, veder lavorare insieme con l’insegnante di religione, musulmani ed atei, cattolici ed agnostici, ortodossi e mo’ ce devo pensà (religione molto in voga in una certa età), è sempre una meravigliosa meraviglia!

Stamattina, mentre stavo uscendo da un incontro con il mio preside (dove ero andata proprio per fargli vedere questo blog, nato in sordina ma diventato “grande” nel giro di poche settimane), mi arriva una telefonata: Proof!!!!! Venga all’aula accoglienza! Stiamo provando “Strada facendo”! Venga a sentirci!!!” 

Già dal piano sopra, si sentivano le loro bellissime voci: Stradaaa facendooo vedraiii che non sei più da solaaa!!!” Continua a leggere La fortuna non esiste…Dio sì!

Se fossi satana…

satanismo-6“Prof, facciamo il quinto e lei non ci ha mai parlato in maniera approfondita di satana. Parliamo sempre di bene, di bellezza, di amore, di Dio; è ora che parliamo del male e di satana! Forza prof!”

Satana…sembra facile parlarne. Alcuni insegnanti fanno vedere film o video di possessioni diaboliche: gli studenti rimangono a bocca aperta per l’intera ora e poi se ne escono dall’aula perplessi o impauriti, quanto basta.

E invece no! Continua a leggere Se fossi satana…

Mi faccio prete o faccio sesso?

ViFaroPescatoriDiUomini“Prof, posso porgerle una domanda a bruciapelo?

Come si può conciliare i normali impulsi sessuali con il voler fare voti e legarsi a Dio?

Ho vissuto un periodo in cui credevo che la vocazione fosse per me…poi però di tentazioni ne ho avute tante.

Una in particolare mi ha sempre attanagliato; sarà per il mio carattere (timido, introverso, schivo con il sesso femminile) o per i fattori ambientali…

Questa tentazioni a cedere agli impulsi naturali, nasce da una mia fantasia particolare (fantasia che non ha mai portato a far male a nessuno, se non a me stesso).

Questa “spinta” mi ha così influenzato da farmi cambiare idea sulla mia vocazione. Mi sono detto: “Come posso fare una scelta dove c’è una responsabilità spirituale così elevata, se non resisto a questa fantasia e a questi impulsi???”

A poco a poco la fiamma vocazionale si è spenta… ma non del tutto; diciamo che si è affievolita.

Così ho iniziato a pormi un sacco di domande.

Perché non si possono sposare i preti???

L’impulso, la natura, si possono governare???

Si può governare l’istinto del mare di fare il suo corso???

Dov’è insomma il confine tra la natura umana, l’istinto, la carne e la natura spirituale della vita…

Cosa è lecito, cosa non lo è???

La masturbazione, in genere, com’è vista? E se fosse vista male, perchè???” Continua a leggere Mi faccio prete o faccio sesso?

WOW!!!

553012_10202027013427784_1239019423_n

 

 

 

In sole due settimane (le prime due settimane di “vita” di questo blog!) 1000 visite e 2580 pagine visitate   Continua a leggere WOW!!!

Attenzione: cuore infranto!

cuore-infrantoProf, l’amore fa male, troppo!

Non pensavo che fosse cosi; non pensavo che aver amato una persona avrebbe fatto così tanto male! Sono troppo piccola per stare così male; non me lo spiego, non ha senso..

I ricordi di lui vengono come flash in continuazione; mi basta sentire una parola, mi basta vedere un fiore, mi basta trovarmi in un posto in cui c’era anche lui. Mi basta vederlo vicino ad altre ragazze.

La nostalgia è una cosa davvero stressante.

In concreto posso descriverlo come uno scalatore che arriva in cima e poi cade! Ha toccato la gloria e poi, in un attimo, tutta la sua fatica, tutto il sudore, la speranza, l’adrenalina, tutto finito!

Non sento più quel qualcosa che mi spinge a farlo di nuovo, a riprovare quando cadi… Detto in modo semplicistico, non sento più quella cosa che spinge i bambini a rialzarsi quando cadono, per imparare ogni giorno a fare un passo in più fino a giungere a correre.

Mi sento fragile, fragilissima, perché non ho perso solo un amore ma anche un amico! Quello che mi teneva sempre in piedi in qualsiasi momento.

Ora che succede?

Dovrò imparare a tenermi in piedi da sola? A camminare da sola?

Ma tanto, poi passa, perche é sempre così.

Imparerò da sola e starò bene di nuovo, perche la vita é lunga e non si ferma un attimo! Scusi prof, mi sono svegliata ascoltando una canzone che mi ha fatto pensare a questo, a tutto e ho dovuto scriverlo per liberarmene e ho deciso di scriverlo a lei!

Come se fosse il mio diario.

Buongiorno!”  Continua a leggere Attenzione: cuore infranto!

Il paradiso c’e’!

[immagini.4ever.eu] arcobaleno, coppia animata, cuore, isole volanti, siluette 159671Come una mia studentessa, con un semplice messaggio su WhatsApp, mi ha insegnato ciò che avevo tentato di capire in un intero corso di studi, sulla Vita Eterna e la Comunione dei Santi.

“Prof,  lunedì sera nonna è tornata dal nonno in cielo; lassù dove non esiste la sofferenza, lassù da dove, loro due, da oggi in poi mi sorveglieranno, da dove mi ascolteranno per qualsiasi cosa e da dove mi aiuteranno per qualsiasi bisogno… So che ora, quando guarderò il cielo li vedrò tutte e due mano nella mano, seduti sopra una nuvola, felici… e quando pioverà so che saranno loro a cercare di mandarmi la forza che ci vuole per andare avanti. Poi, passata la tempesta, ci sarà l’arcobaleno e allora, insieme, ci passeggeranno sopra scegliendo ogni giorno un colore diverso.
In questi due giorni me ne sono sentite dire tante: io non voglio pensare che ha finito di soffrire ma che è tornata da nonno che l’amava con tutto il cuore; anche in questi 18 anni in cui è stata sola!

Ora cercherò di seguire quello che in tanti mi hanno detto “Devi essere forte, come una leonessa!”… Io non sono una leonessa e probabilmente non riuscirò mai ad esserlo, andrò avanti con la forza che mi darà lei da lassù, con i sorrisi che mi donerà che saranno sempre i più sinceri del mondo….
Ora ho l’obbligo di stare vicino alla mia mamma perché è distrutta…
Pregherò il Signore e parlerò con nonna tutte le volte che ne avrò bisogno e per raccontarle tutto quello che mi succede… So che ora, loro due insieme, sono felici anche se ci vedono disperati… perché, per quanti pensieri cerchi di farti, la perdita di una persona come “è” ed “era” la nonna, non ha eguali o consolazioni complete….

Prof ci vediamo mercoledì prossimo…a presto!!!”

Ho pensato: “Che bello! Studi per anni teologia, per poi capire che tutto il sapere del mondo può essere riassunto dalla sapienza di una ragazzina delle superiori!” Continua a leggere Il paradiso c’e’!

Tutti pazzi per le nozze…maggicheee!

buon-anniversario-di-matrimonio-di-san-valentino-s-vettore-giorno-speciale---art-vector-gratuito_221-2147486228Non so spiegarmi bene il motivo, ma l’iniziativa cittadina TUTTI PAZZI PER LE NOZZE, fin dall’inizio, mi è sempre sembrata una cosa carinissima!!!

Un po’ per il nome che mi ricordava un film divertentissimo, e un po’ per l’idea in sé che mi sembrava improntata sull’inventiva dei nostri bravi artigiani e sulla voglia di creare, con fantasia, begli incontri tra i “quasi sposi” e le proposte imprenditoriali della città.

Perfino le domande che mi faccio spesso sui matrimoni di oggi (per esempio, come abbiano fatto a passare dai semplici pranzi nei ristoranti all’affitto di ville intere, per le cene…oppure come sia successo che gli sposi abbiano lasciato l’organizzazione del loro matrimonio al “wedding planner” – e qui non aggiungo nient’altro perché mi sembrerebbe veramente di sparare sulla Croce Rossa -… ) sono state surclassate dal sincero entusiasmo verso questa trovata che, pur avendo fini commerciali, vuole aiutare a rendere “maggicooo” il giorno più bello della vita!

astrologaMa certo non immaginavo che, per rendere ancora più magico questo giorno, all’interno della stessa iniziativa (che, ripeto, a me piace) si fossero organizzati nel “Ridotto del Teatro Gentile” e nel bellissimo “Oratorio della Carità”  questi eventi che a me sono giunti sulla mia email: Continua a leggere Tutti pazzi per le nozze…maggicheee!

Romalla, veggente sensitiva

wss7sx“Non posso credere che lei lasci perdere tutto questo! Ciononostante non ho ancora ricevuto sue notizie. Tutto quello che ho visto per lei e che l’attende nei prossimi giorni è questo: Fortuna, Denaro, Serenità…E’ scritto nel suo Cielo! 

Se tutte queste visioni su di lei mi sono state inviate, non è per un caso: sono stata scelta per aiutarla, per essere la sua messaggera, una guida per farla entrare nella sua nuova vita. Una vita bellissima, tutta per lei! 

Lei crede che la vita facile sia riservata sempre e solo agli altri? Lei crede di non meritarla? 

Legga qui, come le persone fortunate e ricche hanno avuto, un giorno, lo stesso aiuto che io le offro gratuitamente. Entro pochi giorni Continua a leggere Romalla, veggente sensitiva

Aborto: il dolore delle donne

556600_4496542462539_1281345891_nQuando, entrando in classe, incrociai il suo sguardo per la prima volta, rimasi senza parole. Non avevo mai visto degli occhi azzurri, trasparenti e affascinanti come i suoi.

La bellezza quasi etera del suo viso, i suoi capelli biondi e il suo sorriso dolce e ribelle insieme, non lasciavano trasparire quasi mai la rabbia e la sofferenza che si portava dentro.

Ma niente mi avrebbe preparato ad aiutarla nel suo evento più doloroso.

Era primavera e la vita, oltre a sbocciare nei campi, aveva iniziato a sbocciare anche dentro di lei. Un giorno mi confidò questa sua situazione, insieme alla marea di problemi familiari (sia suoi che del suo ragazzo) che pesavano sulle sue giovanissime spalle. Continua a leggere Aborto: il dolore delle donne

Io so che tra due giorni scriverai una canzone per me!

bono_wideweb__470x308,0Era il 1995 e Pavarotti stava organizzando il suo Pavarotti and Friends a Modena.

Il cantante lirico voleva assolutamente tra i suoi ospiti  Bono (il famoso cantante irlandese degli U2).

Inizierà a tempestare di telefonate la sua segretaria per parlare con l’artista, ma ogni volta era un fiasco.

Bono in persona racconterà divertito: La prima volta che ho parlato con il maestro è stato al telefono, Mi stava tormentando da giorni. Ogni volta che chiamava diceva alla mia segretaria “Salve, sono Luciano Pavarotti, potrebbe dire all’onnipotente di richiamarmi! Per favooree!!!!”

La segretaria rideva … dopo un po’ Pavarotti richiamava.

Fu incredibilmente tenace e quando finalmente riuscì a parlare con Bono, gli disse semplicemente: Continua a leggere Io so che tra due giorni scriverai una canzone per me!