“TERRIBILIS EST LOCUS ISTE”: la casa di Dio e la porta del Cielo è qui, davanti a voi.

3044689090_0db2a3b589 Appena arrivi ti accoglie subito questa scritta: “Impressionante è questo luogo. Qui è la casa di Dio e la porta del Cielo. In questa grotta i peccati degli uomini sono perdonati.”

Guardo questa frase in latino posta all’entrata del Santuario di San Michele Arcangelo, la fotografo e mi chiedo se, entrando, proverò lo stesso effetto misteriosamente mistico di dieci anni fa.

santuario-di-san-michele

Quella scritta latina posta sopra la porta di entrata, “Terribilis est locus iste”, dovrebbe allontanarci subito dalla faciloneria umana, per risvegliare in noi l’antico rispetto che si deve al mistero della vita che quella grotta racchiude.

 

Si narra che san Francesco, in pellegrinaggio, non osò entrarvi. Era il 1216 e DSC_0092Francesco era arrivato in questa Santa Grotta del Gargano per cercare il Perdono Angelico ma, sentendosi indegno di accedervi, si fermò in preghiera all’ingresso. Baciò la terra in segno di venerazione e su di una pietra incise un segno di croce a forma di T (Tau).

Nella Bibbia, il segno di Tau è il sigillo impresso sulla fronte ai predestinati all’eterna glorificazione e in tal modo San Francesco, con questo gesto, voleva significare che la santa Grotta era il tempio prescelto dagli Angeli per la salvezza di molti che agli Spiriti celesti sarebbero stati devoti. Continua a leggere “TERRIBILIS EST LOCUS ISTE”: la casa di Dio e la porta del Cielo è qui, davanti a voi.

L’autostrada per il Cielo, c’è!

santamar1“Ma sì, facciamo un deviazione ed andiamoci!”

Ed ecco la scritta: “Benvenuti a Lanciano, la città del miracolo eucaristico”.

Entro nella chiesa e lo vedo, lì, davanti a me.

Scruto, guardo, mi concentro, faccio delle foto, Vado a leggere i risultati delle analisi scientifiche e poi torno su per guardarlo di nuovo.

Questo miracolo sembra davvero impossibile ed affascinante insieme.

E’ un’immersione nel mistero assoluto della semplicità di Dio.20140804_165317

Ha scelto il pane e il vino per rendersi presente, toccabile, guardabile, mangiabile.

Ed il pane ed il vino che io sto guardando sono di circa 1200 anni fa.

1951Un signore gentile che è nella chiesa mi invita a salire le scale e ad andare a vederlo da vicino. Mi dice una frase che mi rimane impressa: “Venga a vedere quello che fa Gesù per convincerci che Lui è proprio lì. Per aiutarci a fidarci di Lui”. Poi, dondolando sconsolato la testa, aggiunge: “Ma tanto ci saranno sempre quelli che diranno che è tutto un falso. Ogni volta che c’è di mezzo Gesù Cristo, il mondo si divide.”

miracolo

E’ circa il 750 d.C. ed è appena stata arrestata l’avanzata degli arabi in Europa. Continua a leggere L’autostrada per il Cielo, c’è!