NON SO COME E NON SO PERCHÉ, MA TI AMO

Quante volte ho pensato di essere stata derubata da Te.
Per poi scoprire che, per me, avevi in serbo il centuplo.????????
Quante volte mi sono sentita persa nel deserto.
Per poi sorprendermi in sentieri fioriti e inaspettati.????????
Quante volte, nella tempesta, ho urlato: “E’ la fine”.
Per poi sentire la tua mano raggiungermi tra le onde.????????

Continua a leggere NON SO COME E NON SO PERCHÉ, MA TI AMO

CON IL TUO SGUARDO, LIBERA IL PERDONO INTORNO A NOI!

Gesù, guardami!
Fammi entrare nelle tue pupille.
Regalami il tuo sguardo.
Metti via le pietre,
che io da sola non ce la faccio ❤ !

Io soccombo sotto i giudizi di pietra.
A volte sono io stessa, nel mio intimo, a darli.
Non vorrei, ma emergono da regioni interiori e misteriose.
E mi ritrovo a giudicare con la pietra in mano:
me stessa,
gli altri
e perfino Te.
Sono lampi di istinto ed ego.
Toglimi le pietre di mano,
guardami fisso negli occhi
e riempimi di voglia di perdono.

Continua a leggere CON IL TUO SGUARDO, LIBERA IL PERDONO INTORNO A NOI!

Viva la vita!

Hai creato le stagioni per dirci che ogni tempo ha il suo “perché “.
Hai creato i petali per raccontarci che ogni fragilità ha il suo fascino.
Hai creato i boccioli per narrarci che ogni piccolezza ha una grande promessa.
Grazie per il mondo, Creatore di ogni primavera.
Grazie per la vita, Padre di ogni respiro.
Grazie per il Cielo, Dio di ogni speranza.

Continua a leggere Viva la vita!

I racconti del Cielo!

E’ (quasi) impossibile non ascoltare i racconti del cielo.????
E’ una questione di allenamento.
Lo possiamo fare tutti ❤
Bisogna osservarlo con pazienza e con stupore.
E pian piano si “sentono”…
Ci raccontano che siamo piccoli.
Quasi impercettibili rispetto all’universo.
E questo ci aiuta a cacciare tutte le manie di onnipotenza che ci portiamo istintivamente dentro.
Una volta che ci percepiamo come “piccoli”, udiamo i racconti del Cielo.
E lì, accadono miracoli interiori.

Continua a leggere I racconti del Cielo!

SE LA CROCE CI RACCONTA UN GRANDE AMORE

A volte siamo lontani dalla Casa del Padre.
A volte torniamo addolorati e umiliati tra le braccia del Padre.
A volte ci sentiamo apposto e, a pieno titolo, figli maggiori del Padre.
A volte ci allontaniamo, delusi dalla sua festa aperta ai fratelli minori.
A volte, spaventati e solitari, mangiamo ghiande pur di non tornare.
A volte, meravigliati e felici, ci sediamo alla festa organizzata per noi.

Continua a leggere SE LA CROCE CI RACCONTA UN GRANDE AMORE

MERCOLEDI 25 MARZO 2022: MARIA, PROTEGGICI DA NOI STESSI

Avanza barcollando.
Ha lo sguardo concentrato, serio, preoccupato.
Sembra portare il peso del mondo sulle spalle.
Ha chiamato il suo esercito a raccolta e l’esercito silenzioso è arrivato.
I suoi soldati sono dappertutto.
Li puoi trovare inginocchiati e in preghiera all’interno di una casa o li puoi raggiungere in un silenzioso monastero dimenticato dai più.
Sono soldati che gettano semi di giustizia in campi mai arati e fanno circolare speranza in anime mai accarezzate.
E’ un esercito silenzioso che sta scaldando l’universo con la preghiera degli umili e con la fede dei peccatori.
Tutti quelli che non contano si sono radunati in questo strambo esercito che combatte con le mani giunte e le gambe in ginocchio.
Da tante parti del mondo i guerrieri della Luce stanno invocando la Sua Forza, affinché l’umanità ricominci ad amare la vita più della morte.
“Ci siamo ammalati di avidità, ci siamo rinchiusi in interessi nazionalisti, ci siamo lasciati inaridire dall’indifferenza e paralizzare dall’egoismo. Abbiamo preferito ignorare Dio, convivere con le nostre falsità, alimentare l’aggressività, sopprimere vite e accumulare armi, dimenticandoci che siamo custodi del nostro prossimo e della stessa casa comune”????
Caino è ancora tra noi, disposto ad ammazzare Abele per invidia ed ego fuori controllo.
Dobbiamo pregare per Caino e per Abele.
C’è un esercito silenzioso che si sta inginocchiando per tutti e due.
Perchè Caino e Abele sono in tutti noi.
“Nella miseria del peccato, nelle nostre fatiche e fragilità, nel mistero d’iniquità del male e della guerra, tu, Madre santa, ci ricordi che Dio non ci abbandona, ma continua a guardarci con amore, desideroso di perdonarci e rialzarci.”????
E’ un malandato esercito composto di figli addolorati che pronunciano preghiere appassionate.
Ci sono anche bambini che pregano con i sorrisi, anziani che pregano con il cuore e giovani che pregano con la voglia di futuro. Ci sono i folli che sognano la pace e i buoni che invocano sapienza.
In lontananza stanno arrivando anche coloro che sono convinti di non saper pregare.
Sono i tuoi figli amatissimi che non sono mai certi di esserlo.

Continua a leggere MERCOLEDI 25 MARZO 2022: MARIA, PROTEGGICI DA NOI STESSI

GRAZIE A 4 GIGANTI SPIRITUALI, ABBIAMO CAMMINATO OLTRE L’IMBRUNIRE

4 serate commoventi
4 serate affollate
4 serate rimaste nell’anima
“Penso spesso che la notte sia più viva e più riccamente colorata del giorno”
(Vincent van Gogh)
“L’arte mi sembra essere soprattutto uno stato d’animo”
(Marc Chagall)
“E se diventi farfalla
nessuno pensa più a ciò che è stato
quando strisciavi per terra
e non volevi le ali”
(Alda Merini)
“Il mio maestro m’insegnò
com’è difficile
trovare l’alba dentro l’imbrunire”
(Franco Battiato)

Continua a leggere GRAZIE A 4 GIGANTI SPIRITUALI, ABBIAMO CAMMINATO OLTRE L’IMBRUNIRE

Io sarò la fiammella piccola

Siamo piccole fiammelle.
Niente di più.
Eppure non esiste una notte così potente
da non essere vinta da una piccola fiammella.
La piccola luce arriva e la grande oscurità scappa.
Mio Signore, io sarò sempre la fiammella piccola.
Tu non lasciarmi mai.
Insieme illumineremo ❤

Continua a leggere Io sarò la fiammella piccola

Possiamo!


Ieri osservavo un guscio secco e spento.
Buttato là, in mezzo alla strada, vicino ad una pietra.
Sembrava l’esempio dell’inutilità e della morte.
Invece noi sappiamo che i gusci ci sono per proteggere i semi.
E’ dai semi che poi nasce tutto.
In apparenza non si vedono e non ci facciamo tanto caso.
Invece ci sono semi ovunque.
Si potrebbe dire che tutta la terra è il Cielo di un Creatore che ci racconta la Vita.
Ci sono semi di Cielo nei campi e nei prati, ma anche in mezzo alle fessure dell’asfalto o tra le dure pietre.
Tutto può diventare grembo di vita nuova.
Un seme è una bomba di vita che porta fecondità anche dove sembrava esserci solo morte.
Credo fermamente che anche ciascuno di noi sia un seme.
E che anche noi, pur trovandoci ad attraversare sentieri pietrosi, possiamo lasciare vita al nostro passaggio.
Non ce ne accorgiamo subito.
Anzi!
Spesso ci sentiamo di aver fallito ed il senso di inutilità ci fa sentire sbagliati o “mai abbastanza”.
Eppure la vita è più forte di ogni pietra che ci si mette davanti.

Continua a leggere Possiamo!

Grati alla Primavera!

La primavera ci racconta che la vita è un dono.
Che non ce la siamo meritata.
Che non l’abbiamo conquistata.
Ma che semplicemente la dobbiamo amare e rispettare.
E da lei dobbiamo imparare il grande dono della gratitudine. ????

Continua a leggere Grati alla Primavera!