COSA PROVI AD ESSER VECCHIA?

L’altro giorno, una ragazza giovane mi ha chiesto:
“cosa provi nell’essere vecchia”?
Mi ha sorpreso molto la domanda, dato che non mi sono mai ritenuta vecchia.
Quando la ragazza ha visto la mia reazione, immediatamente si è dispiaciuta, ma le ho spiegato che era una domanda interessante.
E poi ho riflettuto, ho pensato che invecchiare è un regalo.
A volte mi sorprende la persona che vedo nel mio specchio.
Ma non mi preoccupo di lei da molto tempo. Io non cambierei nulla di quello che ho per qualche ruga in meno ed un ventre piatto.
Non mi rimprovero più perché non mi piace riassettare il letto, o perché non mangio alcune “cose”. Mi sento finalmente nel mio diritto di essere disordinata, stravagante e trascorrere le mie ore contemplando i fiori.
Ho visto alcuni cari amici andarsene da questo mondo, prima di aver goduto della libertà che viene con l’invecchiare.
A chi interessa se scelgo di leggere o giocare sul computer fino alle 4 del mattino e poi dormire fino a chi sa che ora?

Continua a leggere COSA PROVI AD ESSER VECCHIA?

METTO IL MIO CUORE NEL TUO: CAMBIALO! 

Signore del perdono, aiutami tu a perdonare che io, da sola, non ce la faccio.????

Io lo so che perdonare è liberare il proprio cuore e regalargli pace.
Ma se non mi aiuti Tu, io da sola non ce la faccio.????

Io lo so che perdonare non è cambiare il passato ma il futuro.
Ma se non mi aiuti Tu, io da sola non ce la faccio.????

Io lo so che non c’è amore senza perdono e non c’è perdono senza amore.
Ma se non mi aiuti Tu, io da sola non ce la faccio.???? Continua a leggere METTO IL MIO CUORE NEL TUO: CAMBIALO! 

OGNI MATTINA DIO CI APRE IL SIPARIO DEL SUO CREATO!

“Mamma, ci torniamo un’altra volta?”
“Ma come, stamattina dicevi che non saresti voluto venire?”
Sto camminando tra gli alberi antichi di Canfaito ed ascolto il dialogo di questa famiglia.
Sono sola e mi intrufolo felice tra un giallo e un arancione, senza mai esserne sazia. E capisco il bambino che, allontanandosi, già vorrebbe tornarci.
Ovunque panorami mozzafiato, tinte affascinanti e un po’ di paradiso.
Vitellini che prendono il latte a due metri dai bambini, pecore che si muovono al ritmo dei loro campanelli, cani che si strusciano felici sullo scricchiolio delle foglie a terra, fotografi che si aggirano come cani da segugio, con passi felpati e sguardi concentrati.
Capisco che camminare dentro un quadro è sempre emozionante ❤
E poi, gli alberi!
Quanta vita potrebbero raccontare?
Quanta linfa li hanno attraversati?
Quante tempeste hanno dovuto superare?
Forse è per questo che li amo tanto; sono un po’ come noi! ❤

TU SEI CON ME! 

Tu sei tra la mia pelle e la tua.????
Tu cammini nelle mie scarpe e passeggi con me.????
Tu mi accarezzi i pensieri e sostieni il mio spirito.????
Tu conti ogni mio respiro col tuo sguardo che protegge.????
Tu mi scruti, mi conosci e mi ami appassionatamente.????
Tu sei la Via, la Verità e la Vita.????
Tu aspetti un mio “ti amo” come un innamorato mai sazio.????
Tu raccogli ogni mia lacrima e la trasformi in rivincita.????
Tu mi guardi mentre dormo e mentre mi alzo.????
Tu sei l’inizio di ogni gioia e la fine di ogni tristezza.???? Continua a leggere TU SEI CON ME! 

OGNI GIORNO E’ UNA SECONDA CHANCE

Buongiorno Signore del tempo,
grazie per questo nuovo giorno che inizia! ????
Non è che ci facciamo molto caso, lo so. Andiamo a letto.
Dormiamo.
Ci svegliamo.
Ci alziamo.
E tutto diamo per scontato.
Tu sei lì a regalarci un altro giorno e noi siamo qui a ridarci l’abitudine.
Invece stamattina voglio ringraziarti per le occasioni che avrò oggi.
Per le nuove chance che mi si presenteranno davanti.
Stammi vicino mentre scarto il pacco con le occasioni nuove nuove che mi stai regalando! ????

Continua a leggere OGNI GIORNO E’ UNA SECONDA CHANCE

IO SARÒ LA TUA RACCOGLITRICE DI SPILLI

Mio Signore, ti ho mai raccontato di quando ho sorriso a quel tipo, cercando di farlo come avresti fatto tu? ????
E ti ho mai detto di quel giorno in cui ho cucinato per fare una sorpresa agli altri? ????
E ti ho mai confidato di quella volta in cui ho detto quel “no”, per dire finalmente un “sì” a me e farmi un regalo d’amore?????
E quella volta in cui ho dato l’acqua ai fiori di quella tomba dimenticata da tutti?❤
Che gesti piccoli faccio.
Nessuno ci farà mai in film.
Non sarò mai famosa.
Solo io e Te sappiamo.

Continua a leggere IO SARÒ LA TUA RACCOGLITRICE DI SPILLI

Ave Maria, ti saluto anche io di primo mattino.
Dal sorgere del sole fino al suo tramonto,
io parlo con te, amica di cammino,
donna che ha dato la vita
a chi la vita gliel’aveva già data ❤

Piena di grazia, colma d’amore,
riempi anche il cuore mio
della grazia che in te straborda.
Prepara il mio sguardo al nuovo giorno
e fammi dire GRAZIE sempre e comunque ❤

Il Signore è con te, ragazza dagli occhi di cielo,
ed io sono così felice di averti vicina.
Non ti vedo con gli occhi di carne.
Ma intuisco il tuo sguardo di Cielo.
E se tu sei vicino a me,
anche il Signore non può essermi lontano ❤ Continua a leggere

1 NOVEMBRE: FESTA DEI POETI DELLA VITA

Oggi è la festa dei poeti della vita.
Quelli che hanno scritto versi armoniosi nei loro anni passati sulla terra.
Non versi perfetti.
No.
Versi di testarda vitalità amorosa.
Sono caduti e si sono rialzati.
Sono caduti ancora e si sono rialzati ancora.
Hanno provato e riprovato, pur di essere felici, fiorendo.
Hanno scritto parole di speranza, senza nemmeno accorgersene tanto.
Hanno sorriso quanto potevano e hanno pregato senza proferir parole.
Hanno creduto nella Luce, pur circondati da nuvole grigie.
Hanno amato i loro sogni, senza chiuderli mai in un cassetto.
Hanno riso ogni volta che ne capitava l’occasione.
Hanno piantato fiori, pur se nessuno li avrebbe visti mai.
Hanno alleviato dolori e curato ferite.
Hanno indossato ciabatte malconce e strascinato i piedi stanchi,
ma mai si sono fermati.
La Luce era ormai entrata dentro di loro.
Più luminosa del sole, più potente di un tuono, più eterna di ogni tempo.

Continua a leggere 1 NOVEMBRE: FESTA DEI POETI DELLA VITA

GLI OCCHI DI CIELO DI UNA GUERRIERA DELLA LUCE

 

Chiara (la chiamerò così) ha gli occhi chiari come il cielo e la voce delicata come la riservatezza.
Alla fine della lezione si avvicina alla cattedra e mi domanda: “Prof, si ricorda quando ci ha fatto la lezione sui guerrieri della Luce?”
Certo che me la ricordo.
Erano le prime lezioni dell’anno e stavo preparando il terreno per spiegare il Prologo di san Giovanni (che faremo a dicembre).
“Veniva nel mondo la Luce vera, quella che illumina ogni uomo”????
Quel Prologo è la sintesi del nostro cuore; la nostalgia di Cielo che ci portiamo dentro; una ventata divina che ci scompiglia i capelli.
Ci narra che la Grazia sulla terra va avanti grazie ai Guerrieri della Luce.
“Certo Chiara che mi ricordo quelle lezioni”
“Prof, credo che io e mio padre siamo due Guerrieri della Luce”
In mezzo alla piacevole confusione della ricreazione, gli occhi timidi di Chiara mi innescano la curiosità.
“Prof, quando mia madre si è ammalata gravemente io non me ne sono accorta subito…lei era così forte e combattiva…non immaginavo che sarebbe stata questione di mesi…il giorno in cui è volata in Cielo io e mio padre abbiamo deciso che le offerte del suo funerale sarebbero andate per l’acquisto di un macchinario preziosissimo per ogni ambulanza…volevamo aiutare altri malati…lei prof ci ha detto che i guerrieri della luce trasformano le lacrime in giustizia…allora io credo che io e mio padre un po’ siamo stati guerrieri della Luce”
Non ricordo bene cosa ho balbettato di fronte a questa giovanissima ragazza dagli occhi di cielo e dal cuore trafitto.
Rammento solo il suo sorriso, la ricreazione intorno a noi ed un senso di sacro che sentivo in me.????

Continua a leggere GLI OCCHI DI CIELO DI UNA GUERRIERA DELLA LUCE

Santa Caterina e Bagno Vignoni

Ieri sono andata a Bagno Vignoni.
Chi non conosce questo luogo?????
Ogni tanto ci devo tornare per immergermi in quel suo fascino d’altri tempi, nei suoi famosi panorami, nelle sue terme antiche e… per un fatto riguardante Caterina Benincasa, alias Santa Caterina da Siena.
Un evento accaduto proprio nella piscina ubicata nella piazza centrale, piena di acqua termale calda.
Lunga 49 metri, ampia 29, questa piazza di epoca rinascimentale è stata costruita esattamente sopra la fonte originale di acqua termale, la stessa di cui usufruivano anche i Romani.
Personaggi tra i più famosi della storia hanno frequentato le terme di Bagno Vignoni in modo regolare e costante, come il Papa Pio II, Lorenzo il Magnifico e, appunto, santa Caterina da Siena.????
Ma la storia di Caterina Benincasa, tredicenne, che va alle terme, vale la pena raccontarla.
Anche perché così si capisce il motivo per cui il Loggiato della piazza è dedicato a s. Caterina e, sempre nello stesso loggiato, vi è anche una cappellina dedicata a lei.
L’antefatto.
E’ il 25 marzo 1347 e a Siena nasce Caterina.
Ventiquattresima di venticinque figli (sì, avete letto bene), nasce insieme alla sorella gemella Giovanna, che muore a poche ore di vita.
Verso i dodici anni la sua volontà di diventare una delle “mantellate” (donne in genere vedove che sceglievano di servire gli altri e Dio nel Terz’Ordine Regolare dei domenicani) si scontra con la volontà dei genitori di farla sposare.
Non vi dico quanto fu duro lo scontro!
Ma Caterina è tosta e decisa.
La madre, donna Lapa, non è però da meno.
Così, pensa che ti ripensa, escogita un piccolo atto di furbizia per far desistere la giovanissima figlia da quell’idea assurda di diventare una mantellata.
Lo racconta bene Louis de Wohl nel suo libro: “La mia natura è il fuoco – vita di Caterina da Siena” (un libro storico che è un piacere leggere!)
Da questo momento lascio la parola al libro sopra citato.

Continua a leggere Santa Caterina e Bagno Vignoni