L’arrivo in Cielo!

Mi è arrivata quest’immagine via whatsapp.

Continua a leggere L’arrivo in Cielo!

Siamo tutti mendicanti d’amore!

Stavo leggendo questa bellissima poesia.
Siamo tutti mendicanti di amore.❤
Lo cerchiamo.
Torniamo tra le sue braccia appena possiamo.
Per questo nessuno va incontro a Dio, convertito dalle discussioni sulla sua esistenza.
Nessuno si entusiasma su Dio con le regole morali o con le liturgie solenni.
Tutto questo è solo un (possibile) secondo passo.
Il primo passo è quel misterioso commovente entusiasmo per l’Amore (che è Dio).
Buona lettura della poesia ❤

Continua a leggere Siamo tutti mendicanti d’amore!

Alla base di ogni tristezza c’è una carenza di affetto

“Come in una famiglia, i più deboli avevano le preferenze di Francesco. Quando i benefattori offrivano qualche vivanda speciale, Francesco la riservava completamente per i suoi ammalati, fosse o no giorno di digiuno. In questo caso, per evitare il problema di coscienza all’ammalato, mangiava per primo davanti a lui.
Non si creava scrupoli nell’andare per le case in tempo di quaresima a domandare carne per i malati, con la meraviglia della gente.
La fraternità stava al di sopra di tutto.
Fra Rizzerio era affetto, diremmo oggi, da alcune dosi di mania persecutoria. Apparteneva a quella classe di persone che, con facilità, intessono supposizioni gratuite: questo non mi vuole bene, quello mi guarda male, quell’altro mi ha negato il saluto o sta cospirando contro di me…
Il nostro fra Rizzerio si era fissato che Francesco non gli volesse più bene e che questo fosse un segno chiaro che Dio gli aveva ritirato il suo amore.
Quindi, come succede in questa classe di persone, viveva triste giorno e notte, cadendo sempre più nella depressione fino ad arrivare al limite del precipizio.
Quando Francesco lo seppe, chiese subito un biglietto e gli scrisse questa “lettera d’amore”. ❤️
“Figlio mio, non lasciarti turbare da nessuna tentazione; nessun pensiero ti tormenti, perché tu mi sei carissimo, e sappi che sei tra quelli a me più cari, e ben degno del mio affetto e della mia amicizia. Vieni da me quando vuoi, liberamente, come ad amico”.❤????

Continua a leggere Alla base di ogni tristezza c’è una carenza di affetto

Signore delle stelle, io brillerò grazie a te!

Signore delle stelle,
quando ho paura, io le fisso e penso a te.
Tu mi stai dicendo: “Guardale! Sono così luminose proprio grazie al buio”.
Allora capisco.
Verrà la notte.
E comunque andrà, io brillerò grazie a Te. ????❤️

Signore del sonno,
grazie per gli occhi che si chiudono e che mi fanno distrarre dal mondo.
Tu mi stai sussurrando: “Riposati e dormi in pace. Io ti proteggerò durante la notte ed arriverai sana e salva a domani mattina ed a tutte le mattine che io ho contato per te.” ????❤️ Continua a leggere Signore delle stelle, io brillerò grazie a te!

Aiutami ad amarmi, aiutami ad amarli!

Aiutami ad amare la mia voce,
i miei occhi e perfino i miei errori. Continua a leggere Aiutami ad amarmi, aiutami ad amarli!

Tu ci sei!

Tu ci sei.
Non ti vedo, ma Tu ci sei ❤
Tu mi parli.
Non ti sento, ma Tu ci sei ❤

Continua a leggere Tu ci sei!

Io sarò la tua raccoglitrice di spilli

Mio Signore, ti ho mai raccontato di quando ho sorriso a quel tipo, cercando di farlo come avresti fatto tu? ????

E ti ho mai detto di quel giorno in cui ho semplicemente cucinato, per fare una sorpresa agli altri? ????

E ti ho mai confidato di quella volta in cui ho detto quel “no”, per dire finalmente un “sì” a me e farmi un regalo d’amore?????

E quella volta in cui ho dato l’acqua ai fiori di quella tomba dimenticata da tutti?❤

Che gesti piccoli faccio.
Nessuno ci farà mai in film.
Non sarò mai famosa. Continua a leggere Io sarò la tua raccoglitrice di spilli

I profeti della vita

Lei si chiama Liz Chicaje Churay.
Fa parte di quella porzione d’umanità che mi fa sperare nel futuro.
È una creatura umana che sta lasciando orme belle del suo passaggio sulla terra.

Continua a leggere I profeti della vita

L’amore è calmo e sussurra

Un giorno Meher-Baba fece ai suoi questa domanda: “Perché le persone gridano quando sono arrabbiate?”.

Continua a leggere L’amore è calmo e sussurra

La bambina che non si fermava mai!

Gillian è una bambina di sette anni ed a scuola non riesce a stare seduta.
Si alza continuamente, si distrae, vola con i pensieri e non segue le lezioni.
I suoi insegnanti si preoccupano, la puniscono, la sgridano, premiano le poche volte in cui è attenta ma nulla, Gillian non sa stare seduta e non riesce a stare attenta.
Quando torna a casa anche la mamma la punisce. La mamma pensa che non può mica far finta di nulla davanti al comportamento della bimba.
E così Gillian non solo prende ogni giorno brutti voti e punizioni a scuola ma li prende anche a casa, come se non fosse già una punizione ed una umiliazione il brutto voto e la sgridata davanti a tutti i compagni “bravi”.
Un giorno la madre di Gillian viene chiamata a scuola. La signora, triste come chi aspetta brutte notizie, prende la bambina per mano e si reca a scuola, nella stanza dei colloqui.
Le insegnanti parlano di malattia, di un disturbo evidente della bambina. Non esiste ancora l’iperattività altrimenti forse qualcuno avrebbe dato un farmaco alla piccola Gillian.
Durante il colloquio arriva un vecchio insegnante che conosce la bambina e la sua storia. Chiede a tutti gli adulti, madre e colleghe, di seguirlo in una stanza attigua da dove si possa ancora vedere la bambina.
Andando via dice alla bimba di avere un po’ di pazienza che torneranno subito e le accende una vecchia radio con musica di sottofondo.
Come la bimba si trova sola nella stanza immediatamente si alza e comincia a muoversi su e giù inseguendo con i piedi ed il cuore la musica nell’aria.
Il vecchio insegnante sorride e mentre le colleghe e la madre lo guardano tra il perplesso e il compassionevole, come spesso si fa con i vecchi, lui esclama:
“Vedete Gillian non è malata, Gillian è una ballerina!”.❤
Consiglia alla madre di iscriverla ad un corso di ballo ed alle colleghe di farla ballare ogni tanto.
La bimba segue la sua prima lezione e quando torna a casa alla mamma dice solo: “sono tutti come me, li nessuno riesce a stare seduto!”????
Nel 1981, dopo una bellissima carriera da ballerina, dopo aver aperto una sua accademia di ballo, dopo aver ricevuto riconoscimenti internazionali per la sua arte Gillian Lynne sarà la coreografa del musical Cats.
Un bacio a tutti i bambini diversi.
Augurando loro di trovare nel loro cammino degli adulti capaci di accoglierli per ciò che sono e non per ciò che a loro manca.????❤

Continua a leggere La bambina che non si fermava mai!